Archivio Anno 2014

<< Torna indietro

26 dicembre 2014
Omelia nella domenica fra l'ottava del Natale «Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe» + Dal Vangelo secondo Luca 2, 22-40 Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, [Maria e Giuseppe] portarono il bambino [Gesù] a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore. Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo era su di lui. Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore. Mosso dallo Spirito, si recò al tempio e, mentre i genitori vi portavano il bambino Gesù per fare ciò che la Legge prescriveva a suo riguardo, anch’egli lo accolse tra le braccia e benedisse Dio, dicendo: «Ora puoi lasciare, o Signore, che il tuo servo vada in pace, secondo la tua parola, perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli: luce per rivelarti alle genti e gloria del tuo popolo, Israele». Il padre e la madre di Gesù si stupivano delle cose che si dicevano di lui. Simeone li benedisse e a Maria, sua madre, disse: «Ecco, egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione – e anche a te una spada trafiggerà l’anima –affinché siano svelati i pensieri di molti cuori». C’era anche una profetessa, Anna, figlia di...
continua...
Buon Natale
25 dicembre 2014
​ La contemplazione del mistero dell’Incarnazione ci introduca nel consolante mistero dell’amore di Dio È l’augurio che porgo di cuore e che volentieri accompagno con la preghiera per un Santo Natale e Buon Anno Nuovo
Omelia nella 4 domenica di Avvento   «Avvenga per me secondo la tua parola»
20 dicembre 2014
+ Dal Vangelo secondo Luca 1,26-38 In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei,...
Paolo VI e lo spirito del Concilio
24 novembre 2014
La recente beatificazione di Paolo VI ha portato alla mente ricordi di quando ero studente di filosofia e di Teologia preso la Pontificia Università di S. Tommaso d’Aquino in Urbe. Era appena concluso il Concilio Vaticano II e i professori, molti dei quali avevano...
Omelia nella 34 domenica per annum  «Saremo giudicati sull’amore»
22 novembre 2014
Solennità di Cristo Re dell’Universo + Dal Vangelo secondo Matteo 25,31-46 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua...
Quindici consigli di un sacerdote “anziano” ai confratelli sacerdoti
17 novembre 2014
Quindici consigli, senza troppi preamboli. Me li ha affidati un Padre dello spirito che ritenevo “anziano”. Era un uomo di Dio! Desidero condividerli con i miei confratelli sacerdoti nella speranza che possano tornare di qualche utilità. Se sono di aiuto,...
L’irresponsabilità collettiva
15 novembre 2014
Sono sempre più persuaso che il peccato del secolo sia il peccato della irresponsabilità collettiva. Viviamo in un mondo di irresponsabili a ogni livello. Le notizie che si rincorrono in questi giorni relativi alle inondazioni dovuti alle piogge e allo...
Una fede viva
12 novembre 2014
A ben osservare la vita degli uomini e delle donne, non è difficile constatare che il desiderio di Dio è scritto nei loro cuori, poiché l’essere umano è stato creato da Dio e per Dio. Lo afferma espressamente il Catechismo della Chiesa Cattolica...
Testamento di Paolo VI
18 ottobre 2014
In nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti. Amen. 1. Fisso lo sguardo verso il mistero della morte, e di ciò che la segue, nel lume di Cristo, che solo la rischiara; e perciò con umile e serena fiducia. Avverto la verità, che per me si è sempre...