Attualit��

<< Torna indietro

21 marzo 2012
Tempo di frustrazione, sopratutto per i giovaniViviamo un tempo di frustrazione. Non volgiamo riferirci alle disgrazie che raramente vengono da sole …. Mi riferisco alle frustrazioni che hanno origini nelle delusioni che producono ferite più forti di un tradimento. Ogni giorno, sfogliando il giornale, ascoltando la radio o guardando la televisione, ci colpisce con tutta la sua crudezza la situazione di un mondo segnato da una raffica di battute d'arresto. Sono molti coloro che soffrono e la frustrazione è sempre più presente, perché le aspettative degli esseri umani spesso non coincidono affatto con la realtà. E’ frustrante il contesto della disoccupazione e della precarietà del lavoro che tocca soprattutto le giovani generazioni; ed è più frustrante ancora a fronte di un fallimento di una classe dirigente che sembra incapace di trovare una soluzione di un problema, come l'occupazione, che non può aspettare. Questa mancanza di futuro nei giovani è un terreno fertile e pericoloso di conflitto. L'ozio, in un'età in cui la laboriosità dovrebbe essere massima, ha un peso emotivo notevole. Indubbiamente causa molto dolore vedere i giovani per i quali l'obiettivo che si erano proposti e per il quale si erano preparati si è drasticamente abbassato a causa di una disoccupazione senza precedenti. Nonostante la freschezza della loro vita sono superati da problemi, ansia, rabbia, depressione; sentimenti, questi, che sono tutti auto-distruttivi della persona. Ai giovani d’oggi manca un vero apprezzamento per il sacrificio, per un buon servizio per il bene e l'apertura...
continua...
25 luglio 2011
La prudenza al volante?Un dovere moralen questo tempo d’estate e di vacanze sono più numerose le occasioni di trasferimento in macchina.I TG e i quotidianidanno notizia sempre più spesso ... dei 6 milioni (poco più poco meno) degli automobilisti in...
09 giugno 2011
Referendum: astenersi?stenersi dall’andare a votare per i quattro referendum abrogativi del 12-13 giugno p.v. non è “antidemocratico” o “diseducativo” ma un modo per permettere alla società italiana di non smarrire quel minimo etico...
01 aprile 2011
Il mondo deve riconciliarsia voce è ormai unica e corale: il mondo deve essere riconciliato. E' doveroso impegnarsi in ogni modo per evitare le catastrofi, sospendere i combattimenti, cercare e potenziare ciò che unisce, ma la maggior vittoria umana...
Costruiamo il presepio!
16 dicembre 2016
"Tra non molti giorni sarà Natale e immagino che nelle vostre case si stia ultimando l’allestimento del presepe, che costituisce una quanto mai suggestiva rappresentazione del Mistero della Natività di Cristo. Auspico che un elemento così...
Amnesia dell'eternità
09 settembre 2016
Una riflessione che potrebbe essere interessante per chi intenda accelerare il proprio processo di conversione potrebbe essere proprio: la questione dell’eternità. Diceva il grande poeta e scrittore francese Charles Péguy:"Oggi - purtroppo - si sta...
Un tempo di speranza
30 dicembre 2017
Quando termina un anno e ne inizia uno nuovo, nella vita di ciascuno si affaccia prepotente una domanda: come sarà l’anno che verrà? Quando questo avviene è inarrestabile un moto di speranza, per cui augurarsi che l’anno che verrà sia...
18 dicembre 2007
Il Direttorio Generale per la Catechesi Dopo la ''Nota dottrinale su alcuni aspetti dell'evangelizzazione'' pubblicata dalla Congregazione per la Dottrina della Fede che – da quel che si sussurra – fu pensata e voluta dall’allora cardinale Joseph Ratzinger,...