Archivio Anno 2017

<< Torna indietro

31 dicembre 2017
Ottava del Natale  «Ave, dolce Madre, Vergine gloriosa»Molti potrebbero chiedersi come mai la Chiesa faccia coincidere il primo giorno del nuovo anno solare con la festa di Maria Santissima Madre di Dio. E tuttavia, è significativo che fin dal IV secolo, la Chiesa, dopo aver celebrato solennemente la nascita del Salvatore, desideri iniziare il nuovo anno sotto la materna protezione di Maria, Madre del Salvatore e Madre nostra. I cristiani di oggi devono chiedersi cosa abbiamo fatto di Maria negli ultimi anni, poiché probabilmente abbiamo impoverito la nostra fede eliminando la Madonna dalle nostre vite. Spinti, forse, da un sincero desiderio di purificare la nostra esperienza religiosa e trovare una fede più solida, abbiamo abbandonato gli eccessi mariani e le devozioni esagerate, superficiali e fuorvianti. Un abbandono di Maria, senza approfondire la sua missione e il posto che occupa nella nostra vita, non arricchirà mai la nostra esperienza cristiana, ma la impoverirà. Probabilmente abbiamo commesso eccessi in passato, ora corriamo il rischio di impoverirci con la loro quasi totale assenza nelle nostre vite. Maria è la madre di Cristo. Ma quel Cristo che nacque dal suo grembo era destinato a crescere e incorporare a sé numerosi fratelli, uomini e donne che avrebbero vissuto un giorno della sua Parola e della sua grazia. Oggi Maria non è solo la Madre di Gesù. Lei è la madre del Cristo totale. Lei è la Madre di tutti i credenti. È bello, all'inizio di un nuovo anno, innalzare lo sguardo a Maria. Lei ci accompagnerà lungo tutti i giorni del 2018 con la premura e la tenerezza della Madre. Lei si...
continua...
L’incarnazione di Gesù di Nazareth, culmine della rivelazione di Dio
27 dicembre 2017
Gesù di Nazareth è il volto umano di Dio. In Gesù, Dio è venuto nel nostro mondo nel modo migliore: cioè facendosi uomo. E tutto e solo per amore. La domanda posta da questa umanità di Dio è se vi sia "qualcosa" in Dio...
Domenica nell’ottava di Natale  Gesù «segno di contraddizione affinché siano svelati i pensieri di molti cuori»
30 dicembre 2017
Oggi si parla molto della crisi dell'istituzione familiare. Certamente, la crisi è seria. Tuttavia, sebbene stiamo assistendo a una vera rivoluzione nel comportamento familiare e molti hanno profetizzato la morte di varie forme tradizionali della famiglia, nessuno...
Perché celebriamo il Natale il 25 dicembre?
28 dicembre 2017
Le nostre catechesi sostengono, e con ragione (!), che per il cristiano è sempre Natale. E certamente non si tratta di uno slogan o di una reclame dettati da interessi commerciali che purtroppo e sempre più frequentemente sono le regole che impongono il calendario...
4 domenica di Avvento  «Più spazio a Dio nella nostra vita»
23 dicembre 2017
Alla vigilia del Natale la liturgia presenta la figura di Maria che accoglie con gioia di Dio nella propria vita. L'evangelista Luca temeva che i suoi lettori avrebbero potuto leggere i suoi scritti in qualche modo. Quello che egli stava per annunciare non era una notizia...
Genitori e figli nell’era dei social network
14 dicembre 2017
Essere genitori al tempo dei social media è sempre più complesso, in particolar modo nel tempo dell’adolescenza dei figli. Età difficile l’adolescenza! E lo è sia per gli adulti, e faticosissima per i giovani. L’adolescenza è...
3 domenica di Avvento  «L’Atteso sta “in mezzo a voi”!»
16 dicembre 2017
«In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete». Queste parole sono state pronunciate dal Battista che le riferiva a Gesù, il quale era in cammino con coloro che si avvicinavano al Giordano per essere battezzati. È curioso il modo con cui il quarto...
2 domenica di Avvento  «L’urgente necessità della conversione»
08 dicembre 2017
«Inizio del Vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio». Questo è l'incipit solenne e gioioso del Vangelo di Marco. Queste parole permettono di evocare qualcosa di ciò che troveremo nella sua storia. Con Gesù «inizia» qualcosa...
8000 parroci in meno in Italia
03 dicembre 2017
È questo il titolo sbirciato fugacemente sulla pagina di un quotidiano che stava leggendo sull’autobus un passeggero che mi stava accanto. La notizia poi è rimbalzata sul web. È nota la precarietà numerica dei sacerdoti nelle nostre parrocchie,...