Chiesa

<< Torna indietro

29 luglio 2017
domenica 17 per annum  La decisione più importante✠ Dal Vangelo secondo Matteo 13,44-52 In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. «Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche». Gesù ha sempre cercato di comunicare alla gente la sua esperienza di Dio e il suo grande progetto di costruire un mondo più giusto e più felice per tutti. Non sempre, tuttavia, riusciva a destare il loro entusiasmo. Erano troppo adusi nel sentir parlare di un Dio preoccupato solo della Legge, del rispetto del sabato o dei sacrifici del Tempio. Anche quella volta il Giovane Rabbi di Nazaret raccontò tre brevi parabole per scuotere la loro indifferenza e per risvegliare in loro il desiderio di Dio....
continua...
Nulla avrebbe potuto fermare Gesù
25 marzo 2018
Secondo una credenza assai diffusa presso il popolo ebraico, il destino che attendeva un profeta era l'incomprensione, il rifiuto e, in molti casi, la morte. Probabilmente Gesù ha messo in conto molto presto la possibilità di una fine violenta. Gesù non...
 Se non hai successo, non vali!
28 gennaio 2017
Tutti facciamo esperienza che la vita è segnata da problemi e conflitti che in ogni momento possono affacciarsi e far soffrire. Ma, a prescindere da tutto ciò, si può dire che la "felicità interiore" è uno dei migliori indicatori per...
Le giornate mondiali della pace
31 dicembre 2019
Non c’è futuro senza storia! Così recita un saggio e sapiente proverbio. Infatti, non c’è futuro senza memoria storica. Ritorna alla profetica “invenzione” del Grande Pontefice, San Paolo VI.Fu infatti lui, il Santo Papa Paolo VI a...
La Pasqua nei prefazi  della Santa Messa
21 aprile 2020
“Morendo distrusse la morte e risorgendo ha ridato a noi la vita” Il Prefazio e il Santo sono i primi due elementi della preghiera eucaristica e formano un binomio strettamente collegato ma ben distinto, caratterizzato da un tono iniziale di festosità e di...
Cristo è la nostra speranza
08 aprile 2013
A fronte dei tempi complessi e al contempo appassionanti, — “tremendi e stupendi”, come direbbe Paolo VI — che coinvolgono la nostra esistenza e questo spaccato di storia che insieme viviamo, tutti abbiamo bisogno di un supplemento di speranza. E’...
Cristo è risorto!  risorgiamo con Lui
02 aprile 2013
Nella domenica di Pasqua, il primo giorno della settimana, il giorno del Signore, crediamo, celebriamo e viviamo l’evento più grande della storia dell’umanità. Gesù Cristo Signore Nostro, che morì sulla croce, è risorto! E’ la...
Elogio e paradosso  della croce
30 marzo 2013
Oggi, fino alla celebrazione della Veglia pasquale, nelle nostre Chiese domina la Croce. Davanti alla Croce e al Crocifisso oggi “ogni ginocchio si pieghi in cielo, in terra e sottoterra”. Tormento crudele e vergognoso era quello della croce, al quale si condannavano...
Hosanna! Crucifige!
27 marzo 2013
All’inizio della Settimana Santa si intersecano due sentimenti: la gioia per vedere come Gesù viene osannato dalle folle degli ebrei e di dolore al pensiero che già il giorno seguente vi sarà tristezza e pianto. Attraversiamo anche noi la porta che...