Chiesa

<< Torna indietro

29 luglio 2017
La decisione più importanteGesù ha sempre cercato di comunicare alla gente la sua esperienza di Dio e il suo grande progetto di costruire un mondo più giusto e più felice per tutti. Non sempre, tuttavia, riusciva a destare il loro entusiasmo. Erano troppo adusi nel sentir parlare di un Dio preoccupato solo della Legge, del rispetto del sabato o dei sacrifici del Tempio. Anche quella volta il Giovane Rabbi di Nazaret raccontò tre brevi parabole per scuotere la loro indifferenza e per risvegliare in loro il desiderio di Dio. Voleva dimostrare che fare esperienza di quello che lui chiamava il "Regno di Dio" era qualcosa di molto più grande di ciò che, pur importante, era vissuto e sperimentato nel giorno di sabato nella sinagoga. Dio può essere una scoperta insperata e inattesa: una grande sorpresa! Due delle tre parabole del Vangelo odierno hanno la stessa struttura e propongono il medesimo messaggio. Nel primo racconto un contadino stava zappando un terreno che, come spesso capitava in Palestina, forse non era neppur suo. Ma trovò un tesoro nascosto in quel campo. È facile immaginare la sua sorpresa e la sua gioia: «lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo». La stessa cosa accade a un mercante «che va in cerca di perle preziose». Inaspettatamente trova una perla di valore inestimabile. Il suo fiuto di esperto non lo inganna. Ma deve rapidamente prendere una decisione. «Va, vende tutti i suoi averi e la compra». A ben vedere i due protagonisti delle brevi parabole reagiscono allo stesso modo: con gioia e decisione vendono...
continua...
Via Crucis presieduta dal Santo Padre Francesco  Colosseo, Venerdì Santo, 14.IV. 2017
10 aprile 2017
VENERDI' SANTO VIA CRUCIS PRESIEDUTA DAL SANTO PADRE FRANCESCO Colosseo Roma, 14 aprile 2017 INTRODUZIONE L’Ora è dunque giunta. Il cammino di Gesù sulle strade polverose della Galilea e della Giudea, incontro ai corpi e ai cuori sofferenti, spinto...
Nulla avrebbe potuto fermare Gesù
08 aprile 2017
Secondo una credenza assai diffusa presso il popolo ebraico, il destino che attendeva un profeta era l'incomprensione, il rifiuto e, in molti casi, la morte. Probabilmente Gesù molto presto ha messo in conto la possibilità di una fine violenta. Gesù non...
 Se non hai successo, non vali!
28 gennaio 2017
Tutti facciamo esperienza che la vita è segnata da problemi e conflitti che in ogni momento possono affacciarsi e far soffrire. Ma, a prescindere da tutto ciò, si può dire che la "felicità interiore" è uno dei migliori indicatori per...
Le giornate mondiali della pace
01 gennaio 2017
Non c’è futuro senza storia! Così recita un saggio e sapiente proverbio. Infatti, non c’è futuro senza memoria storica. Alla vigilia della 50.ma Giornata mondiale della Pace mi è venuto in mente di andare all’origine per tracciare...
La Pasqua nei prefazi  della Santa Messa
18 aprile 2017
“Morendo distrusse la morte e risorgendo ha ridato a noi la vita” Il Prefazio e il Santo sono i primi due elementi della preghiera eucaristica e formano un binomio strettamente collegato ma ben distinto, caratterizzato da un tono iniziale di festosità e di...
Cristo è la nostra speranza
08 aprile 2013
A fronte dei tempi complessi e al contempo appassionanti, — “tremendi e stupendi”, come direbbe Paolo VI — che coinvolgono la nostra esistenza e questo spaccato di storia che insieme viviamo, tutti abbiamo bisogno di un supplemento di speranza. E’...
Cristo è risorto!  risorgiamo con Lui
02 aprile 2013
Nella domenica di Pasqua, il primo giorno della settimana, il giorno del Signore, crediamo, celebriamo e viviamo l’evento più grande della storia dell’umanità. Gesù Cristo Signore Nostro, che morì sulla croce, è risorto! E’ la...
Elogio e paradosso  della croce
30 marzo 2013
Oggi, fino alla celebrazione della Veglia pasquale, nelle nostre Chiese domina la Croce. Davanti alla Croce e al Crocifisso oggi “ogni ginocchio si pieghi in cielo, in terra e sottoterra”. Tormento crudele e vergognoso era quello della croce, al quale si condannavano...