Ti benedico, Mamma

<< Torna indietro

Nell'anniversario del ritorno alla casa del Padre della mia Mamma, desidero ricordarla con la Benedizione che scrissi per Lei in quel 23 settembre 1997. Desidero oggi rinnovarLe gli stessi sentimenti di allora, lo stesso affetto, la stessa nostalgia.
A tutti chiedo una preghiera per mia Madre … e per me.+++


 

La mia benedizione è per te, mamma carissima.
La benedizione del tuo figlio sacerdote.
E ti ringrazio di cuore per tutto,
soprattutto per essere stata una mamma straordinaria.


Ti benedico, mamma,
perché mi hai dato la vita;
Ti benedico perché mi sei stata maestra nella fede con la tua parola
e il tuo esempio sempre grande e generoso.


Tu per prima mi hai parlato di Dio e della sua Mamma celeste,
verso la quale hai sempre nutrito una devozione tenera e forte.
A Lei, Mamma, tu mia madre mi hai affidato
fin da quando mi attendevi nel tuo grembo.
A Lei hai sempre elevato la tenace preghiera di mamma per il figlio,
perché Lei, anche se lontano da te, mi proteggesse.


Ti benedico, mamma,
perché hai creduto nel mio sacerdozio.
L’hai amato; l’hai vissuto con me.


Ti benedico, mamma,
perché mi hai insegnato a vivere,
mi hai insegnato a soffrire con abbandono fiducioso tra le braccia di Dio.

Nel corso dei lunghi anni
durante i quali sei stata fortemente provata dalla malattia,
non ho udito sulle tua labbra un lamento,

non ho mai notato un gesto di insofferenza.
La tua serenità sofferta orientava alla provvidenza di Dio
e hai fatto l’impossibile per nascondermi il tuo dolore,
perché non ne dovessi essere preoccupato.


Ti benedico, mamma,
per essermi stata accanto in un forzato
ma eloquente silenzio.
Tu hai sempre atteso il mio ritorno a casa, trepida e paziente,
e mi accoglievi con il tuo dolce sorriso
che recava conforto.
Il tuo sguardo mi interrogava,
e io ti raccontavo,
e tu mi ascoltavi
attenta e partecipe,
quasi a condividere con me

le gioie e le preoccupazioni del mio ministero.


Ti benedico, mamma,
per l’eredità spirituale che mi hai lasciato.
Prima di addormentarti nel Signore,
hai raccolto tutte le tue forze
hai congiunto le mani in preghiera
e ti sei segnata con il segno della Croce.
Non lo dimenticherò mai!


Ti benedico, mamma,
perché ora dal paradiso
tu continuerai a essermi mamma.
Cammina avanti ai miei passi
per illuminare la mia strada

con la luce di Dio.
Proteggimi e veglia su di me.
E aspettami, mamma,
perché quando arriverà il mio giorno

io correrò tra le braccia di Gesù e della sua Mamma
e, con te, avremo la gioia che non avrà mai fine.


Grazie di tutto, mamma!