I segni e i simboli dell'Avvento

<< Torna indietro

   
 

1. Il deserto: è l’ambito dove la voce del Signore  chiama a conversione; dove si ascolta meglio il suo disegno di salvezza; il luogo arido che si muterà in giardino rigoglioso, dove fiorirà il fiore del narciso.

 

2.    La strada: è il segno dell’Avvento per eccellenza: strada che conduce a Betlemme. Strada da preparare per il Signore che viene. I sentieri storti debbono essere raddrizzati e quelli scabrosi appianati!

 

3.    La collina: simbolo dell’orgoglio, della prepotenza, della vanità e della “grandezza dei nostri calcoli e categorie umane”; tutto è doveroso abbassare per la venuta del Signore.

 

4.   La valle; è il simbolo del nostro sforzo per accrescere la speranza e conservare sempre la fiducia nel Signore. Le valli siano colmate perché contemplino il Signore!

 

5.    Il virgulto che fiorirà dalla radice di Iesse e sopra il quale si poserà lo Spirito Santo.

 

6. Il prato: dove il lupo dimorerà insieme con l'agnello, la pantera si sdraierà accanto al capretto; il vitello e il leoncello pascoleranno insieme e un fanciullo li guiderà.

 

7.    Il silenzio: nel silenzio ella notte si è manifestato Dio. Nel silenzio della notte è risonata per sempre la Parola di Dio fatta carne. Nel silenzio della notte e dei giorni dell’attesa ci parlerà, di nuovo, la Parola.

 

8.    La gioia; sentimento profondo di allegria, gioia per il Signore che viene, per il nostro Dio che si avvicina. Gioia di essere salvati. Gioia “poiché il giogo che gli pesava e la sbarra sulle sue spalle, il bastone del suo aguzzino tu hai spezzato come al tempo di Madian”. Gioia e allegria come si gioisce quando si miete e come si gioisce quando si spartisce la preda”. (cfr. Is 9, 1-6)

 

9.    La luce: Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse”. Questa luce è il Signore.  

Questa luce la esprimiamo nei simboli liturgici e nella corona dell’Avvento mentre andiamo incontro al Signore che viene; Egli la luce del mondo!

 

10. La pace: la pace è dono di Dio, pienezza delle promesse e delle profezie messianiche, annuncio e certezza che Colui che viene è il Principe della pace, arbitro delle nazioni, giudice dei popoli. "Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci; un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo, non si eserciteranno più nell'arte della guerra”. "Nei suoi giorni fiorirà la giustizia e abbonderà la pace!"

 

Questi segni e simboli ci indicheranno l’itinerario di buon cammino – come in un pellegrinaggio -  verso il presepe di Betlemme, per adorare il Verbo fatto carne, il Figlio del Dio altissimo fatto uomo per amore

.

© Riproduzione riservata