La santa e beata Trinità: solo amore

<< Torna indietro

 

 

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo

Due secoli fa il filosofo Immanuel Kant, importante esponente dell'illuminismo tedesco, scrisse: "Da un punto di vista pratico la dottrina della Trinità è perfettamente inutile". E da allora sono molti (molti più di quanti si immagini!) coloro che si domandano: E' necessario credere nella Trinità? Si può? Non è, forse, una costruzione intellettuale inutile? Cambia qualcosa nella nostra se crediamo o non crediamo in Dio uno e trino?

 

Nulla è più lontano dalla realtà. Per i credenti la fede nella Trinità (Tri-unità) cambia non solo il modo di guardare Dio, ma anche il modo di intendere la vita. Confessare la Trinità di Dio è credere che Dio è un mistero di comunione e di amore. Dio non è un essere freddo, chiuso e impenetrabile, immobile e indifferente. Dio è fonte di amore insondabile. La sua misteriosa intimità è solo l'amore e comunicazione. Conseguenza: nel fondo ultimo della realtà ciò che da senso a tutta l’esistenza è solo l’Amore. Tutto ciò che esiste viene dall’amore.


Il Padre è Amore originario, la fonte di ogni amore. Egli inizia l'amore: "Solo lui comincia ad amare senza motivo; di più: egli è colui che ha sempre iniziato ad amare" (E. Jüngel). Il Padre ama da sempre e per sempre senza essere costretto o motivato ​​dall'esterno. Egli è l’ "eterno amante." Ama e sarà sempre l'amore. Mai verrà meno il suo amore e la sua fedeltà. Da Lui sorga solo amore. Di conseguenza: creati a sua immagine, siamo fatti per amore e per l’amore. Solo amando possiamo vivere in pienezza.


L’essenza del Figlio è quella di ricevere l'amore del Padre. Egli è il "Amato per sempre" prima della creazione del mondo. Il Figlio è l'amore che accoglie, la risposta eterna all'amore del Padre. Il mistero di Dio è dunque quello di dare e ricevere amore. In Dio lasciarsi amare non è meno che amare!. Ricevere amore è anche divino! Di conseguenza: creati a immagine di Dio, siamo fatti non solo per amare, ma altresì per essere amati.

 

Lo Spirito Santo è la comunione del Padre e del Figlio. Egli è l'eterno amore tra il Padre amante e il Figlio amato; egli è Colui che rivela che l'amore divino non è possesso geloso del Padre né accaparramento egoista del Figlio. Il vero amore è sempre aperto, è dono, è comunicazione alle sue creature. "L'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato" (Rm 5, 5). Di conseguenza: creati a immagine di Dio, siamo fatti per amarci l'un l'altro senza chiuderci in amore fittizi, di facciata ed egoisti.