Il Cuore di Gesù è il cuore del Vangelo e della Chiesa

<< Torna indietro

 


Abbiamo appena celebrato la solennità del Sacro Cuore di Gesù e concluso il mese di giugno che la pietà popolare dedica, appunto, al Sacro Cuore.
Il Cuore di Cristo è il cuore del Vangelo e il cuore della Chiesa e della sua missione evangelizzatrice. Il Cuore di Gesù è il cuore della misericordia del Padre. Il cuore di Cristo è un cuore che palpita, che pulsa; è un cuore paziente, un cuore che ama, che perdona, che sempre conosce e che accoglie. E' un cuore che piange, che accompagna, che lotta, che salva, che mostra le sue ferite ed è sempre in solidale con le ferite degli altri: «Per le sue piaghe noi siamo stati guariti» (Is 53,5). Un cuore che guarisce e nelle cui cicatrici stanno tutte le nostre cicatrici.

«Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò … Imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime» (Mt 11,28-29). Il testo evangelico ci offre anche la chiave per comprendere questo mistero: «Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli». (Mt 11,25).
 
La devozione al Cuore di Gesù non è il culto di una parte del suo organismo e dell'anatomia umana: è il culto e la devozione a Gesù Cristo stesso, a tutta la sua persona. Ne consegue che la devozione al Cuore di Gesù sia il cuore stesso del culto a Gesù Cristo come espressione dell'amore di Dio e conservi oggi e sempre uno splendido modello di vita e di pietà cristiana.

La devozione al Cuore di Gesù è la quintessenza del Vangelo e del piano di salvezza di Dio. È parlare dell'umanità di colui che «ha amato con cuore d'uomo» (Gaudium et spes, 22). Parlare del Cuore di Gesù è parlare dell'amore di Dio per gli uomini. «Ti ho amato di amore eterno» (Ger 31, 3). «Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita etern (Gv 3,16).

Per tutto questo, il culto del Cuore di Gesù non potrà mai essere superato, né potrà essere considerato una prassi propria di altri tempi. Perché l'amore incondizionato di Gesù deve essere sempre alla moda sarà sempre il tesoro della Chiesa e la sua offerta permanente all'umanità di tutti i tempi.
 
La tradizione cristiana ricorda due preghiere di consacrazione al Cuore di Gesù che il popolo fedele recita con amore
 
 
Offerta della giornata al Sacro Cuore di Gesù
 
Cuore Divino di Gesù, io ti offro per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, madre della Chiesa, in unione al Sacrificio Eucaristico, le preghiere, le azioni, le gioie e le sofferenze di questo giorno in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini, nella grazia dello Spirito Santo, a gloria del Divin Padre. Amen.
 
Atto di Consacrazione al Sacro Cuore
Il tuo Cuore, o Gesù, è asilo di pace, il soave rifugio nelle prove della vita, il pegno sicuro della mia salvezza. A Te mi consacro interamente, senza riserve, per sempre. Prendi possesso, o Gesù, del mio cuore, della mia mente, del mio corpo, dell'anima mia, di tutto me stesso. I miei sensi, le mie facoltà, i miei pensieri ed affetti sono tuoi. Tutto ti dono e ti offro; tutto appartiene a te. Signore, voglio amarti sempre più, voglio vivere e morire di amore. Fa o Gesù, che ogni mia azione, ogni mia parola, ogni palpito del mio cuore siano una protesta di amore; che l'ultimo respiro sia un atto di ardentissimo e purissimo amore per te. Amen.

Rinnovare la consacrazione al Cuore di Gesù è un esercizio di libertà e di fede. È offrirsi a Gesù «per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio» (Fil 1,23). È una manifestazione di pietà, da non interpretare come nostalgia dei tempi passati. È impetrare che l'armonia nella Chiesa e nella società continuino a sgorgare dal Cuore di Cristo.
 
Le promesse di Gesù a
Santa Margherita Maria Alacoque
per i devoti del suo Sacro Cuore
 
1.       Darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato
2.       Porterò soccorso alle famiglie che si trovano in difficoltà e metterò la pace nelle famiglie divise.
3.       Li consolerò nelle loro afflizioni.
4.       Sarò il loro sicuro rifugio in vita e specialmente in punto di morte.
5.       Spargerò abbondanti benedizioni sopra tutte le loro opere.
6.       I peccatori troveranno nel mio Cuore la fonte e l'oceano della Misericordia.
7.       Le anime tiepide si infervoreranno.
8.       Le anime fervorose giungeranno in breve a grande perfezione.
9.       Benedirò i luoghi dove l'immagine del mio Sacro Cuore verrà esposta ed onorata.
10.  A tutti coloro che lavoreranno per la salvezza delle anime darò loro il dono di commuovere i cuori più induriti.
11.  Il nome di coloro che propagheranno la devozione al mio Sacro Cuore sarà scritto nel mio Cuore e non ne verrà mai cancellato.
12.  Io ti prometto, nell'eccesso della Misericordia del mio Cuore, che il mio Amore Onnipotente concederà a tutti coloro che si  comunicheranno al Primo Venerdì del mese per nove mesi  consecutivi, la grazia della penitenza finale. Essi non moriranno in mia disgrazia, né senza ricevere i Sacramenti, e il mio Cuore sarà il loro asilo sicuro in quell'ora estrema.