Epifania: cercare la verità

<< Torna indietro

 

Che cosa è la verità? Questa è la domanda più importante che possa sgorgare nel cuore dell'uomo. E sarebbe un errore cercare di rispondere in fretta, perché se nasce in noi è semplicemente perché non conosciamo con esattezza la risposta.
Probabilmente la prima cosa che occorre sapere è che la verità non è una formula, una clausola o un dogma. La verità non è né mia, né tua, né di qualche altro. Non è né cristiana, né indù, né musulmana. La verità non appartiene completamente a nessuna persona. La verità ci trascende e ci impone, prima di tutto, un atteggiamento di ricerca umile e onesto. Pertanto, sarebbe sbagliato per uno credere di essere nella verità perché si aggrappa saldamente alla propria ideologia, cultura o religione.

Una persona può ripetere più e più volte le formule che è andata ricercando o prendendo a prestito ora qua ora là. Può recitare "credi" che ha ascoltato dai propri antenati. Può leggere molti libri, accumulare conoscenze e diventare una persona erudita. Ma anche se saprà molte "cose", che cosa saprà della verità?
 
La prima cosa che ognuno deve domandarsi è se davvero voglia conoscere la verità. Per quanto strano possa sembrare è davvero molto raro trovare persone che vogliano ricercare la verità. E il motivo è semplice. Abbiamo paura della verità, perché intuiamo che la verità ci obbligherebbe a staccarci de illusioni e inganni ai quali siamo troppo legati e che ci sono troppo cari e ci costringerebbe a cambiare la nostra vita. In realtà non si tratta di sforzarci per possedere la verità, ma lasciare che la verità si vada impossessando di noi e ci trasformi.

Ma c'è di più. Gli uomini che hanno ricercato più appassionatamente la verità siano essi poeti, mistici o scienziati sembrano concordare su una cosa: l’essenziale rimane fuori dalla nostra portata; la verità ultima rimane un mistero. La ricerca della verità sembra condurre l'uomo all’adorazione.
 
È vero che la cultura moderna ha preteso di cancellare il mistero stabilendo, senza alcun fondamento razionale, che deve esistere solo quello che possa essere percepito dalla ragione umana. Ma chi siamo noi per dire che esiste solo la verità che possa essere compresa solo dalle nostre piccole menti?

La storia dei Magi è icona della ricerca sincera, umile, instancabile di alcuni uomini che cercando onestamente la verità hanno finito per adorare il mistero.
 

© Riproduzione Riservata