Credo un solo Battesimo

<< Torna indietro

 

 

Al termine delle nostre riflessioni, rinnoviamo la memoria del nostro battesimo con la seguente meditazione/preghiera.
 
  
Signore Gesù
oggi volgiamo assumerci  
tutta la potenzialità del nostro Battesimo.
Il nostro battesimo, come il tuo,
fu un inizio non una conclusione.
Il nostro battesimo, come il tuo
fu una promessa non una realizzazione.
Il nostro battesimo è un dono poiché si da
a coloro che nulla hanno da dare.
 
Il nostro battesimo è una grazia
perché si conferisce ai peccatori e cancella il peccato.
Il nostro battesimo è una unzione sacerdotale, profetica e regale.
Il nostro battesimo è una illuminazione
poiché irradia la luce divina.
Il nostro battesimo è una veste candida
che copre le nostre vergogne.
Il nostro battesimo è un bagno che purifica.
Il nostro battesimo è un segno della signoria di Dio sulla nostra vita.
 
Signore Gesù
Il giorno del tuo battesimo
hai lasciato la tua casa e ti sei recato al Giordano
per essere battezzato da Giovanni con un battesimo di penitenza.
Fu il primo giorno della tua vita pubblica e del tuo ministero.
Nel tuo battesimo, Gesù, hai scoperto chi eri.
Hai fatto l’esperienza di sentirti amato da Dio.
I cieli si sono aperti e lo Spirito Santo
discese su di te
e si udì una voce dal cielo che diceva:
"Questi è il mio Figlio amato, il prediletto".
Tuo Padre parlò e tu udisti la sua voce.
A partire da quel giorno hai iniziato
a servire il regno dell’amore.
Da allora hai iniziato una nuova vita.
 
Signore Gesù
Il giorno del tuo battesimo segnò un prima e un dopo.
Il dopo fu la passione per il regno di Dio,
la forza dello Spirito,
l'identità piena e nuova di Figlio di Dio,
la voragine della predicazione,
l’irruzione dell’amore,
la ricerca dei peccatori e degli abbandonati,
l’essere ponte tra Dio e gli uomini,
unire il cielo e la terra.
Tu, segnato e pieno di Spirito Santo,
hai scoperto di essere un nuovo essere.
Tu eri il Figlio, l’amato a cui guarda il Padre con affetto.
Tu Gesù, hai scoperto la tua nuova dimensione
quella di appartenere a Dio.
E l’hai vissuta con tale intensità
che da allora nulla fu come prima.
Ti sei posto incondizionatamente al servizio di Dio
fino alla fine della tua vita e potesti dire:
"Padre, alle tue mani affido il mio spirito".
Il giorno del tuo battesimo cominciò una  nuova creazione,
la nuova alleanza di Dio con gli uomini,
il nuovo battesimo nello Spirito.
 
Signore Gesù:
Ci fu un giorno
- c’è sempre un giorno nella vita di ogni persona -
in cui tutto può e deve cambiare.
Per tutti noi, discepoli e compagni di viaggio,
quel giorno fu il giorno del nostro battesimo.
L’acqua lustrale ci ha rinnovati
e lo Spirito ci ha segnati.
Tuttavia lo smalto di quel giorno, a poco a poco,
ha ceduto al peso della quotidianità
e alla normalità di tutti i giorni.
La normalità della nostra vita è spesso grigia
e ritmata da un tran tran deprimente.
 
Signore Gesù
concedici di dire addio alla normalità del mondo;
concedici di convertirci alla normalità del Vangelo.
concedici di convertirci alla passione per il Regno di Dio.
Allora diremo addio alla vita folle dell’uomo vecchio
e ci convertiremo alla vita dell’uomo nuovo
creato dallo Spirito nella santità e nella verità;
ci convertiremo alla libertà dei figli di Dio
perché la verità ci farà liberi.
 
Quando arriverà questo giorno nella nostra vita?
Dio Padre chiede che sia oggi!.
Noi battezzati come te,
nell’acqua battesimale della nostra Chiesa
siamo pieni di Spirito Santo,
siamo chiamati a servire Dio e i nostri fratelli
e Dio Padre ci da il potere per vivere come figli suoi:
come figli dell’unico Padre.
Dio ci ama.
Saremo capaci di amarlo rispondendo, così, con amore all’Amore? 
Essere battezzati vuol dire ascoltare, giorno dopo giorno
una dichiarazione di amore:
Tu sei mio figlio, io ti amo.
 
Signore Gesù:
concedici che si inauguri anche in noi, come in te,
un nuovo tempo di missione e di lavoro.
Che la presenza del Padre e dello Spirito e della tua Persona,
si renda presente in noi in modo tale che,
vivendo con gioia la nostra identità cristiana,
possiamo essere il piccolo seme
di quel grande seme che è il tuo Vangelo.
 
Amen.

 

© Riproduzione Riservata